Fenesta ca lucive

Fenesta ca lucive

(Anonimo) • XIX sec Fenesta ca lucive è avvolta da un alone di mistero. Una sua prima versione apparve a Napoli nel 1854 su un foglio volante nella trascrizione di Mariano Paolella. La storia narrata, però, sembra ispirate alle tragiche vicende della baronessa siciliana di Carini accadute a metà ‘500. Fenesta ca lucive è una…
Fenesta vascia

Fenesta vascia

(Anonimo) • inizio 1800 Fenesta vascia è probabilmente il più importante tra i brani raccolti da Guglielmo Cottrau, editore e com­positore napoletano che nella prima metà dell’Ottocento diede un notevole contributo alla diffusione della canzone napoletana. Basata su un ritmo lento di pastorale, Fenesta vascia è una serenata appassiona­ta costellata di immagini struggenti che raggiungo­no…
Frida

Frida

(Bongusto) • 1963 Frida conferma come Fred Bongusto abbia sempre trovato nella canzone napoletana un’importante pedana di lancio. Questa è l’unica delle canzoni napoletani da lui interpretate di cui è anche autore. Risale al periodo in cui Bongusto consolidò il suo stile di cantante confidenziale. Frida ha un’ambientazione suggestiva, perfetta per raccontare di donne senza…
Funiculì Funiculà

Funiculì Funiculà

Funiculì Funiculà è ricordata come una canzone d’occasione cioè come una sorta di spot pubblicitario in musica. La storia è notissima e rimanda direttamente all’inaugurazione della Funicolare del Vesuvio nel 1880. Il nuovo mezzo di collegamento era comodo e modernissimo, ma i turisti lo snobbavano. Preferivano il sistema tradizionale: risalivano il vulcano in groppa ai…
Furturella

Furturella

Furturella porta due firme di grande valore, quelle di Pasquale Cinquegrana e Salvatore Gambardella. Due autori che hanno saputo conferire alla canzone un’eleganza di rara bellezza, sia in termini musicali che poetici. Non a caso, infatti, a Furturella è legato un aneddoto artisticamente molto significativo. A cantarla la prima volta in privato fu Ernesto Murolo…
Menu