O marenariello

‘O marenariello

Con ’O marenariello una nuova generazione di autori irruppe sulla scena della canzone napoletana. Non più colti e diplomati come di Giacomo o Tosti, ma figli del popolo e, spesso, analfabeti. come Salvatore Gambardella, che era garzone di fabbro e strimpellava appena il mandolino. Quando scrisse ’O marenariello aveva appena vent’anni ma si rivelò subito un…
O paese d' 'o sole

‘O paese d’ ‘o sole

’O paese d’ ’o sole canta la commozione di un emigrante che torna nella sua terra con un linguaggio semplice e completo. Il testo, che assume il significato simbolico di un messaggio del sole caldo e del mare azzurro, può apparire logoro e oleografico. In realtà, la melodia molto ispirata di Vincenzo D’Annibale dona una…
O sarracino

‘O sarracino

‘O sarracino è uno dei tanti successi della premiata ditta Nisa – Carosone. Anzi, è uno dei principali successi di Nicola Salerno e Renato Carosone. Naturalmente, insieme a Maruzzella, Tu vuò fa l’americano, Pigliate ‘na pastiglia, Torero e Caravan Petrol. E, come per molte canzoni carosoniane, anche questa ebbe una genesi curiosa. La sua storia…
O sole mio

‘O sole mio

‘O sole mio è la canzone napoletana più famosa al mondo, certo, ma anche qualcosa di più. Molto di più. Per capirlo basta riandare al 14 agosto 1920 nello stadio di Anversa, dove è in corso l’inaugurazione della VII Olimpiade. La banda chiamata ad eseguire gli inni ufficiali non ha gli spartiti di quello italiano,…
O surdato nnammurato

‘O surdato ‘nnammurato

’O surdato ‘nnammurato nacque come canzone del repertorio militare. Il tempo, però, l’ha consegnata alla storia della canzone napoletana come un’appassionata e coinvolgente dichiarazione d’amore. La conferma arriva dalla notorietà, si potrebbe dire planetaria, del suo ritornello: “Oje vita. oje vita mia/Oje core ‘e chistu core/Si’ stata ‘o primmo ammore/’O primmo e l’urdemo sarraje pe’…
Menu