parlesia

Parlesia, la lingua in codice dei musicisti napoletani

Sono tante le specificità della canzone napoletana, ma la parlesia è davvero la più particolare. Che cos’è? Un codice linguistico inventato dai musicisti partenopei per poter comunicare in pubblico, ma senza farsi capire dai presenti. Una sorta di lessico per iniziati, quindi, simile ad altri gerghi dialettali. Per esempio, quello della camorra di inizio ‘900 o…
Leggi tutto
Phonotype record

Phonotype Record, dai grammofoni a Spotify

La Phonotype Record ha scritto la storia della canzone napoletana e, forse, ne scriverà anche una parte del futuro. Continuerà a vivere, infatti, la storica sala di registrazione a due passi da Mezzocannone. Questo almeno è l’obiettivo del nutrito gruppo di operatori musicali a cui i fratelli Esposito hanno ceduto il testimone. Laddove nacque l’industria…
Leggi tutto
Mina e Paolo Conte

Mina e Paolo Conte, un emozionante duetto napoletano

Mina e Paolo Conte tornano ad omaggiare Napoli interpretando un duetto inedito: ‘A minestrina. Un duetto emozionante, diciamolo subito senza alcuna esitazione. Un delicato e appassionato canto a due voci che racconta l’amore al tempo della terza età. Il brano è contenuto nel nuovo album Maeba di Mina ed è firmato da Paolo Conte. Basta ascoltarlo…
Leggi tutto
FENESTA VASCIA

Fenesta vascia, un canto d’amore che viene da lontano

folder_openCanzoni
turned_in_not, , , ,
Fenesta vascia ‘e padrona crudele, quanta suspire mm’haje fatto jettare! Una strofa di due versi per uno degli incipit più famosi (e belli) della storia della canzone napoletana. Non sappiamo chi fu l’autore di questo distico e degli altri dieci versi che componevano il testo originale di Fenesta vascia. Sappiamo, però, che il suo struggente…
Leggi tutto
ELVIRA DONNARUMMA

Elvira Donnarumma, la canzone napoletana al femminile

folder_openAutori
turned_in_not, , , ,
Elvira Donnarumma. Se la storia della musica partenopea non è un’esclusiva maschile, lo si deve anche e innanzitutto a lei. Almeno per quel che riguarda l’ambito esecutivo. Cantò l’amore, il dolore e la morte con una forza espressiva senza eguali. Contribuì in maniera determinante a definire lo spirito della canzone classica napoletana. Insomma, la storia…
Leggi tutto
Renato Rascel

Renato Rascel e il primo mash up di canzoni napoletane

Renato Rascel era alto solo 158 centimetri, ma come artista è stato un gigante. Fu straordinario attore di teatro, cinema e tv, ma anche cantante di buon livello e autore di talento. Tanto per dire, Arrivederci Roma è opera sua. Come opere sue furono un bel po’ di canzoni napoletane: Te voglio tanto tanto bene…
Leggi tutto
sponsor della canzone napoletana

I top sponsor della canzone napoletana

Avvisi senza immagini, ma anche inserzioni con raffinate illustrazioni: l’elenco degli sponsor della canzone napoletana è corposo. Basta scorrere le raccolte piedigrottesche di inizio ‘900 per constatare l’enorme mole di inserzionisti che sponsorizzavano l’industria musicale partenopea. Un interesse notevole, molto simile a quello che oggi si riscontra per le vicende del Napoli di Sarri &.…
Leggi tutto
canzoni napoletane di Natale

12 canzoni napoletane di Natale

Tra presepe, tombola e struffoli ci sono anche le canzoni napoletane di Natale. Sì, la nostra tradizione natalizia è fatta anche di versi e musica. E, se parliamo di atmosfera, si tratta di canzoni che fanno la differenza. Noi ve ne proponiamo dodici: le trovate elencate di seguito e, naturalmente, le potete sentire in onda…
Leggi tutto
Teatro Diana Lina Sastri

Al Teatro Diana Lina Sastri si racconta in musica

Al Teatro Diana Lina Sastri racconta la sua vita artistica dando ai ricordi la forma di canzoni napoletane senza tempo. Si chiama Appunti di viaggio lo spettacolo che dal 24 gennaio vedrà ritornare l’artista partenopea sul palco della sala vomerese. Il format sarà, dunque, quello collaudato format della biografia in musica scandita da riflessioni e…
Leggi tutto
Servillo al Diana

I Servillo al Diana con La parola canta

I fratelli Servillo al Diana per uno show che è un po’ concerto e un po’ recital. Anzi, un “moderno varietà” napoletano, come affermato proprio da Peppe. Probabilmente è questa la definizione migliore di La parola canta, la proposta post natalizia del teatro vomerese. Lo spettacolo sarà in cartellone fino al 22 gennaio e vedrà…
Leggi tutto
Menu