Pino è

Pino è, il concertone per il Nero a metà

Pino è, tutta la musica italiana rende omaggio a Pino Daniele. Quando e dove? Il 7 giugno allo stadio San Paolo di Napoli, per un concerto che farà la storia degli eventi live. Non è un’esagerazione, ma l’ovvia constatazione che viene in mente leggendo l’elenco degli artisti che hanno annunciato la loro presenza. Un elenco che, oltretutto, nelle prossime settimane potrebbe allungarsi con altre adesioni eccellenti.

PINO È, SUL PALCO PER RICORDARE PINO DANIELE

L’idea del concertone risale ai giorni immediatamente successivi alla scomparsa di Pino Daniele. A lanciarla fu il suo manager Ferdinando Salzano, ottenendo subito l’ok di molti artisti che del cantautore napoletano erano amici. Nel luglio 2015 ci fu una sorta di prova generale, sempre al San Paolo, con Jovanotti, Ramazzotti e James Senese. Ma fu un momento (emozionante) durante, appunto, il concerto di Jovanotti. Stavolta sarà, è il caso di dirlo, tutta n’ata storia: si suoneranno solo canzoni del Mascalzone Latino.

Al momento il cast musicale di Pino è composto da Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Renzo Arbore, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni. Con loro ci saranno anche Loredana Bertè, Mario Biondi, Clementino, Francesco De Gregori. Tullio De Piscopo, Teresa De Sio, Elisa. E poi Emma, Tony Esposito, Giorgia, Enzo Gragnaniello. Irene Grandi, J-Ax, Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini. Proseguendo in ordine alfabetico, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Eros Ramazzotti, Raiz, Francesco Renga, Ron, Giuliano Sangiorgi. E James Senese, i Tiromancino, Ornella Vanoni e Antonello Venditti. Insomma, tutta la musica italiana.

PINO È, NON SOLO MUSICISTI

Il cast del concertone vedrà anche una foltissima rappresentanza di attori. Per i tanti che saranno presenti, valgano i nomi di Vincenzo Salemme, Pierfrancesco Favino, Marco D’Amore, Marco Giallini e Alessandro Siani. Anche in questo caso una testimonianza d’affetto che supera confini generazionali, di genere e territoriali.

PINO È, NEL SEGNO DELLA SOLIDARIETÀ

La complessa macchina organizzativa dell’evento sarà curata dall’agenzia Friends & partners. Il costo dei biglietti varia dai € 30 ai € 70, a seconda del settore scelto. Da segnalare che nessun artista percepirà cachet e, soprattutto, che l’incasso sarà devoluto in beneficenza. Saranno finanziati progetti sostenuti dalla fondazione Pino Daniele Trust Onlus, presieduta da Alessandro Daniele, e dalla fondazione Pino Daniele Forever, diretta da Fabiola Sciarrabasi.

Radio Napoli

Radio Napoli

, , , , ,
Articolo precedente
Tango napoletano? Carlos Gardel lo inventò nel 1931
Articolo successivo
Parlesia, la lingua in codice dei musicisti napoletani

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu