Mauro Di Domenico

Mauro Di Domenico e l’essenza strumentale di Pino Daniele

Un suggestivo viaggio senza parole nel repertorio di Pino Daniele: è questo il nuovo album di Mauro Di Domenico. Non a caso intitolato Essenza, il cd propone una rilettura in chiave rigorosamente strumentale di undici canzoni del Mascalzone latino. Un raffinato tributo per ricordare che Pino Daniele è stato uno straordinario compositore, oltre che un grande autore.

MAURO DI DOMENICO E I CLASSICI DI PINO DANIELE

Mauro Di Domenico ha selezionate le canzoni scegliendo tra quelle composte fino ai primi anni novanta. Innanzitutto, i superclassici Chi tene ‘o mare, Lazzari felici, I say I sto ccà, Terra mia, Notte ca se va. Non mancano, poi, brani scritti in italiano come Anna verrà, Quando o Sicily. Come detto, però, in questo album la lingua non fa la differenza. A farla, invece, sono gli arrangiamenti e le singole interpretazioni strumentali, che valorizzano al meglio le linee melodiche. E questo è senza dubbio merito dei musicisti coinvolti, artisti del calibro di Phil Palmer, Mel Collins e Danny Cummings.

Se, però, non si avverte la mancanza di un cantante, lo si deve alla chitarra di Mauro Di Domenico. È lei la voce dell’album, una scelta precisa come ha spiegato lui stesso. “Ho cercato di non tradire l’emozione della voce di Pino attraverso le mie corde” ha dichiarato al Corriere del Mezzogiorno. L’obiettivo è stato quello di dare una nuova luce agli arrangiamenti originali “ma per raggiungere la medesima direzione: l’essenza”.

ESSENZA, UN’IDEA DI CLAUDIO POGGI

Sempre al Corriere del Mezzogiorno, il chitarrista ha rivelato che l’input a realizzare l’album gli è arrivato da Claudio Poggi. È stato il primo produttore di Pino Daniele a proporgli di lavorare su un repertorio così difficile. Un’estate di riflessione e giustificati timori risolti, poi, con la decisione di provarci. Il risultato è un cd con undici rielaborazioni e un brano inedito, Io vivrò. Un cd che si fa ascoltare e riascoltare. E che su radio Napoli è trasmesso nella rubrica Golfo mistico, dedicata appunto ai grandi classici in versione strumentale.

Radio Napoli

Radio Napoli

, , , , , ,
Articolo precedente
Singing Carosone, il ritorno dei Chattanooga con Gianni Nazzaro
Articolo successivo
Le canzoni napoletane dell’estate

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu