Scampia

I mandolini che raccontano Scampia senza clichè

Cinque video racconti sulle vele di Scampia con una colonna sonora che rimanda alla migliore tradizione della canzone napoletana, con tanto di mandolini in evidenza. Senza canzoni neomelodiche, brani hip hop e cupe sonorità elettroniche? Sì, senza niente di quello che è diventato lo stereotipo musicale di film e fiction sulla periferia nord di Napoli. È questo uno (ma non l’unico) dei motivi per cui vale la pena vedere Skampia – La serie, un originale progetto audiovisivo fruibile on line.

I MANDOLINI PER NARRARE LA PROFONDITÀ DELLE VITE

Skampia – La serie si compone di cinque puntate in cui Enzo Sacchettino, il Danielino di Gomorra, porta lo spettatore nelle famigerate vele dando voce a chi, in quei casermoni senza futuro, ci abita. Non c’è fiction, non c’è retorica, non c’è speculazione: è un racconto crudo e senza filtri. Emblematica la storia al centro della prima puntata, toccante l’autoironia con cui la protagonista definisce “porta scorrevole” l’asse di legno che, spostato a mano, “apre” e “chiude” la sua stanza da letto.

Qui, però, entrano in gioco i mandolini cioè la colonna sonora di Sergio Cirillo incentrata sulla canzone Senza murì. Proposto sia nella versione strumentale che in quella cantata da Yuri Cacace Cassarà, questo brano è la trama musicale di ogni puntata. Gli eleganti arrangiamenti in chiave acustica fanno da contrappunto alle parole dei protagonisti, quasi a sottolinearne il mood melanconico. “Ogni nota vuol essere una carezza che restituisce all’animo dello spettatore la profondità̀ delle vite narrate”, spiegano bene gli autori.

IL RISCATTO DEI MANDOLINI A SCAMPIA

E così i mandolini di Skampia – La serie riescono nella non facile impresa di ribaltare i cliché musicali post Gomorra. E, allo stesso tempo, dimostrano come il loro impiego non è necessariamente sinonimo nostalgia oleografica, ma può, al contrario, avere il sapore della modernità. Insomma, a Scampia i mandolini si riscattano e con i mandolini si riscatta Scampia.

A proposito, conoscete Daniele Galasso? Ha 27 anni, è di Scampia e gira il mondo suonando con successo il mandolino. La sua storia ve la racconteremo presto…

P.S. Nella seconda puntata di Skampia – La serie è presente anche la canzone Chi me sape degli ‘A 67 di Daniele Sanzone

 

CREDITS DI SKAMPIA – LA SERIE
Regia ANDREA ROSARIO FUSCO
Scritta da ANDREA ROSARIO FUSCO, GIANLUCA DI MARO E ENZO SACCHETTINO
Con ENZO SACCHETTINO
Colonna sonora originale SERGIO CIRILLO
Montaggio GIULIANO MAROTTA
Riprese ANDREA ROSARIO FUSCO
Riprese drone LUCA CARBONE

Per seguire Skampia – La serie:
https://www.facebook.com/SkampiaLaSerie

Per vedere la prima puntata di Skampia – La serie:
http://bit.ly/2pWKyqf

Radio Napoli

, , , , , , , , , , , ,
Articolo precedente
Franco Battiato torna a Napoli, canterà Era de maggio?
Articolo successivo
Sophia Loren cantante da hit parade

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu