FRANCO BATTIATO

Franco Battiato torna a Napoli, canterà Era de maggio?

A distanza di un anno dal suo ultimo live al teatro Augusteo, Franco Battiato torna ad esibirsi in città inaugurando il Napoli Teatro Festival. Il musicista catanese sarà protagonista di Luce del sud, uno spettacolo ad ingresso gratuito in programma il 5 giugno a piazza del Plebiscito.
Ispirandosi alla saggezza delle civiltà fiorite sulle sponde del Mediterraneo, Battiato unirà canzoni, citazioni letterarie e fotografie per quello che si annuncia un evento unico.

BATTIATO CANTERÀ ERA DE MAGGIO?

Lo show vedrà la partecipazione di Fabrizio Gifuni che, insieme a Mimmo Borrelli e Imma Villa, darà voce a testi di Giambattista Vico e Giordano Bruno. Al fotografo Antonio Biasiucci, invece, il compito di tradurre in immagini il tema alla base dello spettacolo: il Sud rappresentato nei suoi momenti di luce.
Le canzoni, poi, faranno da contrappunto agli interventi recitati definendo al meglio il senso del viaggio nell’identità meridionale compiuto da Battiato.
Identità meridionale, Sud, Napoli: a questo punto è naturale chiedersi se Franco Battiato eseguirà Era de maggio? Considerato il contesto narrativo dello spettacolo, i presupposti ci sarebbero tutti e, a volerli cercare, non mancano gli indizi dell’inserimento in scaletta del capolavoro digiacomiano.
In primis, un’affermazione dello stesso Battiato circa l’inserimento di Era de maggio nell’album Fleurs del 1999.

LE RAGIONI DELLA SCELTA DI ERA DE MAGGIO.

“Io canto una canzone perché quella canzone mi affascina. Non canterei in finlandese per il gusto del finlandese, a meno che non trovi una canzone che lo meriti” dichiarò all’epoca “Era de maggio non alimenta l’enfasi tradizionale che si attribuisce alla canzone napoletana classica, ha una sua sobrietà”. Come dire che i versi di Salvatore di Giacomo sono lontanissimi da certa oleografia meridionale fatta di luoghi comuni e toni straziati.

Insomma, lunedì 5 giugno Era de Maggio potrebbe riecheggiare in piazza Plebiscito all’interno dello spettacolo Luce del sud. Se, poi, la canzone non dovesse comparire in scaletta, potrebbe intervenire il pubblico, come avvenne nel 2013 sempre al teatro Augusteo. In quell’occasione, Franco Battiato non la eseguì durante il concerto, ma dovette cantarla nel bis: la gente in piedi sotto al palco gliela richiese a gran voce. “E meno male che ricordavo le parole” confessò qualche giorno dopo a Il Mattino.

P.S. Aggiornamento di martedì 6 giugno 2017: ebbene sì, Franco Battiato ha cantato Era de maggio. Nel bis, a grande richiesta anche stavolta…

Radio Napoli

, , , , , , , , , , , , ,
Articolo precedente
La primavera eclettica della musica napoletana
Articolo successivo
I mandolini che raccontano Scampia senza clichè

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu