anna magnani e la canzone napoletana

Anna Magnani e la canzone napoletana

Di Anna Magnani e la canzone napoletana si parla poco, spesso per niente, nei testi biografici che la riguardano. Al contrario, nella storia della canzone napoletana ci sono tracce significative della presenza di Anna Magnani. Quattro registrazioni che dimostrano due cose. La prima, che era una cantante vera, oltre che una delle più grandi attrici dell’epoca. La seconda, che aveva una grande considerazione della musica di Napoli.

ANNA MAGNANI E LA CANZONE NAPOLETANA

A proposito di Anna Magnani e la canzone napoletana, una delle storie più interessanti è quella legata a Scapricciatiello. Laura Finocchiaro la racconta nei dettagli sul sito Archivio Anna Magnani. L’attrice incise il brano nel 1957 per il film Wild is the wind (Selvaggio è il vento). La Finocchiaro si recò sul set proprio quando fu girata la scena in cui Giola (Anna Magnani) la canta a. Gino (Anthony Quinn). Tra i ricordi che riporta, interessante quello relativo ad una traduzione in inglese di Scapricciatiello. realizzata apposta per il regista George Cukor.

Anna Magnani e Anthoby Quinn nel film Wild is the wind

Altra canzone napoletana che Anna Magnani incise per un film è la celeberrima ‘O surdato nnammurato. Celeberrima nel senso che il brano deve molto della sua attuale notorietà proprio a questa interpretazione. Come per Scapricciatiello, anche in questo caso l’attrice diventò cantante per esigenze cinematografiche. Infatti, la canzone è parte integrante del film La sciantosa del 1971.

Anna Magnani nel film La sciantosa

AGGIO PERDUTO ‘O SUONNO IN EUROPA

Aggio perduto ‘o suonno è un altro esempio della consistenza artistica del binomio Anna Magnani e canzone napoletana. Il brano compare come lato B di un 45 giri pubblicato in diversi paesi europei. Fu stampato e distribuito addirittura in Finlandia, nel 1958. La data di pubblicazione e la presenza di Scapricciatiello. sul lato A fanno dedurre che il disco fu stampato dopo l’uscita di Wild is  the wind.

ANNA MAGNANI E LA CANZONE NAPOLETANA CON EDUARDO DE FILIPPO

C’è anche Eduardo De Filippo nel rapporto tra Anna Magnani e la canzone napoletana. Si tratta ancora una volta di un film e di una scena magistrale. È presente nel film Assunta Spina e vede i due mostri sacri cantare insieme ‘O cunto ‘e Mariarosa. Considerato che il film uscì nel 1948, possiamo ritenere questo il primo brano partenopeo interpretato dalla romanissima Nannarella. Non se ne fece niente, purtroppo, di un altro classico: Carmela di Gianbattista De Curtis. L’avrebbe dovuto cantare in un film americano prodotto dalla Jurow-Sheperd agli inizi degli anni ’60.

Anna Magnani ed Eduardo De Filippo nel film Assunta Spina

ANNA, PINO E TOTÒ

Ci sono altri due nomi che vanno citati per dire di Anna Magnani, Napoli e le sue canzoni. Il riferimento è a Pino Daniele e a Totò. Si vuole, infatti, che il Nero a metà abbia dedicato proprio a lei la stupenda Anna verrà. Un omaggio al suo talento e, ancora prima, alla sua sensibilità.
Con Totò, invece, Anna Magnani duettò nel film Risate di gioia, cantando la divertente Geppina Gepì. è un brano in italiano, ma conta poco. Conta il legame che la univa al Principe della Risata sin dagli anni delle riviste. Chissà che non abbia contribuito anche lui ad avvicinarla alla canzone napoletana.

.

, , , , , ,
Articolo precedente
Federico Fellini, Napoli e le canzoni napoletane

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu