Fred Buscaglione

Fred Buscaglione, swing napoletano

A scavare negli archivi ci si impolvera, ma si fanno curiose scoperte: per esempio, le canzoni napoletane di Fred Buscaglione. Tre brani che il musicista torinese incise nella seconda metà degli anni ’50 accompagnato dagli inseparabili (e geniali) Asternovas. Pubblicate su etichetta Cetra, le canzoni formano un divertente trittico composto da ‘A coda ‘e cavallo (1957), Vocca rossa (1958) e Cocco bello (1958).

Lo stile musicale è quello di Fred Buscaglione, ma la connotazione swing è presente soprattutto nelle ultime due incisioni. ‘A coda ‘e cavallo rappresenta, invece, un episodio a sé stante, ricca com’è di stilemi tipici della tradizione musicale napoletana. Tanto per intenderci, il suo andamento è praticamente lo stesso usato da Fabrizio De Andrè per Don Raffaè.

FRED BUSCAGLIONE E NAPOLI

Non ci sono notizie sul perché Fred Buscaglione abbia deciso di cantare brani inediti in napoletano, in compenso molti indizi lasciano intuire che il suo interesse per la città fosse molto forte. Ci sono, innanzitutto, le parole di Dino Arrigotti, uno dei componenti degli Asternovas. Nel libro “Il grande Fred” di Maurizio Ternavasio ha raccontato che, nelle frequenti tournee all’estero, Buscaglione non eseguiva i suoi brani. perché temeva non fossero capiti. Piuttosto preferiva andare sul sicuro con canzoni del repertorio napoletano.

Sempre Arrigotti ricorda, poi, le ripetute esibizioni al Royal, il night partenopeo diventato tappa obbligata dei loro tour italiani. Riferita ai concerti all’ombra del Vesuvio anche la testimonianza di Mino Cucciniello che, nel suo libro “I ricordi della mia Napoli”, parla del Grotta Romana. Era un fantasmagorico locale posillipino che ingaggiò Buscaglione nei primi anni Cinquanta.

AL FIANCO DI TOTÒ

Tra Napoli e Fred Buscaglione esisteva, dunque, un consolidato legame artistico. Legame che, probabilmente, fu rafforzato anche dalle esperienze cinematografiche al fianco di Totò nei film “I ladri” e “Noi duri”. E poi c’era Renato Carosone, l’altro grande artefice dell’American dream all’italiana, fatto di ritmi innovativi e tanta ironia.

Insomma, quando si dice Fred, si dice anche canzoni napoletane

canzoni napoletane

Fred Buscaglione e Totò nel film Noi duri

Radio Napoli

, , , , , , , ,
Articolo precedente
Serena Autieri pronta ad aprire il teatro della canzone napoletana
Articolo successivo
Dylan Dog, Te voglio bene assaje!

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu