ROSSO NAPOLETANO

Rosso Napoletano, le Quattro Giornate di Serena Autieri

Rosso Napoletano ovvero Serena Autieri protagonista di una storia in musica ambientata durante le drammatiche Quattro Giornate di Napoli. Un musical? Sì, ma anche una commedia: un nutrito corpo di ballo e dodici attori per una trama dall’intreccio poco prevedibile. Si sviluppa su questi presupposti lo spettacolo che la cantattrice napoletana porta in anteprima nazionale sul palco del teatro Augusteo.

LA STORIA DI ROSSO NAPOLETANO

Serena Autieri è Carmela, una ragazza madre che nel settembre 1943 vive una relazione con un soldato tedesco, Rafael. La storia diventa drammatica quando in città scoppia la rivolta contro i nazisti. Un fugace incontro tra i due costa a Carmela l’accusa di spia e la conseguente condanna a morte. Rafael, però, scopre il luogo dove è tenuta prigioniera in attesa di essere fucilata e cerca di farla scappare.

Il tentativo di fuga finisce in tragedia perché un militare tedesco uccide Rafael, in panni borghesi, scambiandolo per un napoletano. A quel punto sopraggiunge un gruppo di insorti che riconosce il tedesco nel corpo esanime ai piedi di Carmela. La scena fa pensare ad un atto eroico della ragazza che, quindi, viene riabilitata agli occhi della comunità. È l’epilogo beffardo di una storia che si conclude proprio quando la città si libera dei nazisti. Napoli ritrova la libertà e Carmela va incontro ad un nuovo destino con la figlia in braccio.

LE CANZONI NAPOLETANE DI ROSSO NAPOLETANO

Rosso Napoletano è un musical partenopeo nel senso dell’ambientazione, ma anche e soprattutto per la colonna sonora. Diversi i classici della canzone napoletana che Serena Autieri ha inserito (e canta) nello spettacolo. La scelta dei brani non ha seguito una logica strettamente temporale, piuttosto le canzoni sono state individuate per la loro funzionalità narrativa. Ne sono un esempio, tra le altre, Popolo po’, Marechiare, Chiove, Uocchi ch’arragiunate. ‘E spingole francese e, inevitabile, ‘O Surdato ’nnammurato.

L’IDEA DI UN MUSICAL PERMANENTE

Rosso Napoletano sarà in scena al teatro Augusteo dall’8 al 17 dicembre, ma la sua programmazione potrebbe andare ben oltre. L’intenzione dei produttori, infatti, è quello di farlo diventare uno spettacolo permanente. Uno show che rappresenti Napoli e le sue canzoni in pianta stabile, come succede a Lisbona con il fado e a Parigi con il Moulin Rouge.

Rosso Napoletano sarà in scena al teatro Augusteo da venerdì 8 dicembre a domenica 17 dicembre.

Carmela e Rafael

Carmela e Rafael

 

scritto e diretto da Vincenzo Incenzo
Coreografie – Bill Goodson
Direzione Musicale – Vincenzo Campagnoli
Scenografia – Roberto Crea
Costumi – Concetta Iannelli
Disegno luci – Luigi Ascione

prodotto da Enrico Griselli per Engage.

, , , , , , , , , ,
Articolo precedente
I top sponsor della canzone napoletana
Articolo successivo
That’s Napoli, il nuovo musical di Carlo Morelli

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu