le ultime notizie

Le ultime notizie sulla canzone napoletana

Le ultime notizie sulla canzone napoletana rivelano che luglio è un mese caldo anche sul fronte musicale, fortunatamente. Tra uscite discografiche ed esibizioni live, sono diverse, e tutti interessanti, le novità che riguardano il mondo di CantaNapoli.

LA CANZONE NAPOLETANA NEL MONDO

I classici della canzone napoletana a New York grazie ai Suonno d’Ajere. Proprio così: il 7 luglio il trio partenopeo si è esibito nel prestigioso Lincoln Center di Manhattan, conquistando l’esigente platea. Merito delle loro capacità interpretative e del loro raffinato progetto, armonicamente sospeso tra tradizione e contemporaneità. A proposito dell’esibizione newyorkese, poi, va sottolineato che non è stato un evento episodico, tutt’altro. Irene Scarpato, Gianmarco Libeccio e Marcello Smigliante Gentile suoneranno (o hanno suonato) anche in Canada, Austria e Germania. In parole, il loro è un tour internazionale, nel segno di Salvatore di Giacomo & co. Bravi, e anche di più.

I Suonno d’Ajere durante l’esibizione al Lincoln Center di New York

ULTIME NOTIZIE DISCOGRAFICHE

Sul fronte discografico, le ultime notizie sulla canzone napoletana, stavolta inedita, segnalano un debutto insospettabile: quello di Biagio Antonacci. Il cantautore milanese ha accettato (molto volentieri) un invito di Enzo Avitabile. Ne è venuto fuori Fatti miei, un brano in cui Antonacci, che ne è autore, canta in napoletano per la prima volta.

Nel 1983 esce ‘Meglio soul’, un album incredibile di Enzo, un musicista, un cantautore di raro talento” ha spiegato Antonacci. “Era un album arrangiato da grandi musicisti, nato e prodotto a Napoli, che da sempre amo alla follia. Quell’album fu per me, allora un ventenne che suonava la batteria, una vera ispirazione”.

È questa l’origine della collaborazione e del notevole duetto in cui si è concretizzata. Un ottimo prologo del nuovo album di Enzo Avitabile, in cui troverà posto. Un posto d’onore, per indiscusso merito artistico

CAROSONE RILETTO

Altra novità discografica è Carosonamente, l’album che Peppe Servillo e i Solis String Quartet hanno voluto dedicare a Renato Carosone. Tredici le tracce presenti nel disco, che ripropongono alcuni evergreen del canta-pianista, in primis Tu vuò fa’ l’americano, e brani meno noti, per esempio Tre guagliune e nu mandulino. Con un suono e uno stile interpretativo agli antipodi di quello carosoniano, tra le riletture più convincenti spicca ‘A casciaforte.

, ,
Articolo precedente
Avvenne a Napoli, il nuovo cd di Eduardo De Crescenzo
Articolo successivo
Canzona appassiunata, due nuove versioni a cento anni dalla composizione

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu