Che m’è ‘mparato a fa’ è la storia di un sogno realizzato: quello di un’adolescente puteloana decisa a diventare cantante. L’adolescente in questione è Sophia Loren. A svelare l’anedotto è Antonio Sciotti in un articolo in cui cita l’attrice Graziella Marina. È a lei, compagna di scuola, che la giovane Sophia confessò ripetutamente il desiderio di diventare cantante.
Fortunatamente per il cinema, le cose andarono in un altro modo e proprio la condizione di attrice già affermata contribuì al successo del brano. Un successo notevole visto che nel 1957 Che m’è ‘mparato a fa’ raggiunse il primo posto della Hit parade italiana. Sophia Loren provo a ripetersi nel 1971, ma il brano inciso, intitolato Anyone, passò inosservato.

Sophia Loren

Sophia Loren

CHE M’E’ ‘MPARATO A FA’ E DINO VERDE

Secondo alcuni, il testo va preso come un esercizio di stile di Dino Verde, un napoletano di talento poco avvezzo a scrivere in dialetto. La musica rappresenta, invece, una prova di abilità del grande Armando Trovajoli, bravo nell’elaborare un arrangiamento adatto alle possibilità di Sofia Loren. La canzone fu interpretata anche da Fausto Cigliano, successivamente è stata incisa anche da Bruno Martino, Jula de Palma e da Mina. L’anno di pubblicazione della canzone è il 1956.

TESTO DI CHE M’Ê ‘MPARATO A FA’

‘E stelle d’ ‘a marina, chella sera,
pareva ce vulessero ‘ncantá.
Però, ogne stella ca scenneva a mare
screveva ‘ncielo: “Addio felicitá”.

Tu, che mm’hê ‘mparato a ffá’,
che “Kiss me” vène a dí:
“io te vurria vasá”?

Io, purtánnote cu mmé,
che t’aggio ditto a ffá’:
“so’ ‘nnammurato ‘e te”?

Pecché, vasánnome accussí,
tu mm’hê ‘mparato a dí
sti ccose scanusciute?

Capre, Surriento e ‘sta luna,
se ne só’ ghiute cu te.

Tu, sapenno ‘e nun turná,
che mm’ hê ‘mparato a fá
sti ffrase furastiere?

Ammore, ched è ‘a felicitá
che mm’ê ‘mparato a fá’?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu