‘A FESTA D’ ‘A LENGUA NOSTA

‘A festa d’ ‘a lengua nosta, il napoletano da celebrare

Tre giorni dedicati all’idioma partenopeo per ricordarci che quella napoletana è una lingua, non un dialetto. Detto in estrema sintesi, è questo il senso di ‘A Festa d’ ‘a lengua nosta, la manifestazione in programma dal 12 al 14 maggio a Napoli presso la Casina Pompeiana. A promuoverla è l’associazione Giambattista Basile che, per il sesto anno consecutivo, ha allestito un interessante cartellone di eventi. In pratica, l’occasione giusta per approfondire la storia (leggi conoscenza) di una lingua vivissima, ma dalla codificazione complessa e mutevole.

Patrocinata dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli, l’iniziativa sarà presentata il 9 maggio alle 12.00 al Caffè Gambrinus. Nel frattempo, però, è filtrata qualche anticipazione sul programma allestito. Va detto, innanzitutto, che il 30 aprile scadono i termini per la partecipazione al Premio amatoriale di poesia dialettale. Il concorso è dedicato ad opere inedite e vedrà la premiazione di tre partecipanti. A sceglierli sarà, tra gli altri, il poeta Salvatore Palomba, autore di quella Amaro è o bene considerata ormai un classico della canzone napoletana.

‘A FESTA D’ ‘A LENGUA NOSTA, PAROLE E MUSICA

Un appuntamento da non perdere sarà quello con Nicola De Blasi incentrato sulla presentazione dei corsi on line di dialettologia dell’Università Federico II. Stesso discorso per quello a cura di Ermete Ferraro dedicato all’analisi del linguaggio di Totò. Spazio, poi, alla musica con Consiglia Licciardi, protagonista del concerto di chiusura della manifestazione. Di sicuro impatto, e divertimento, anche il test I speak napulitano, che metterà alla prova i visitatori della festa.

Con ‘A festa d’ ‘a lengua nosta, dunque, il napoletano sale in cattedra mettendo in mostra la sua complessa unicità linguistica. Una complessità che tiene insieme Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile e ‘O vient di Clementino, passando per Era de maggio di Salvatore di Giacomo e Napule è di Pino Daniele.

P.S. Data la limitata capienza della Casina Pompeiana, è consigliabile la prenotazione ai singoli eventi.

 

'A FESTA D' 'A LENGUA NOSTA 2

“La canzone napoletana” di Salvatore Palomba, “Il napoletano parlato e scritto” di Nicola De Blasi e Luigi Imperatore, “Nuovo vocabolario tascabile”, “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile a cura di Benedetto Croce

 

Radio Napoli

, , , , ,
Articolo precedente
Quando Renato Carosone si inventò “Canta Napoli!”
Articolo successivo
La canzone napolitana di Roberto De Simone

Post correlati

Nessun risultato trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu