(Bovio-N. Valente) • 1922

Brinneso segna il ritorno della canzone guappa, oscillando tra la sceneggiata e il repertorio di giacca.

Gustoso il testo scritto in un napoletano italianizzato che scimmiotta il gergo dei camorristi, in difficoltà ad esprimersi con la lingua di Dante

Grazie ad efficaci escamotage, Libero Bovio tratteggia un monologo di grande livello stilistico in cui domina la sconnessione dell’ubriaco. Esilarante l’effetto comico quando l’uomo ritiene “difunda” la donna amata che l’ho lasciato per un altro.

Tre strofe intervallate da altrettanti incisi caratterizzano l’arrangiamento firmato da Nicola Valente.

A lanciarla fu Gennaro Pasquariello al Teatro Bellini di Napoli.

TESTO DI BRINNESO

Brínneso alla salute
dell’amirosa mia ca s’è sposata.
‘E ccummarelle meje, ca nce só’ ghiute
díceno che pareva una popata.

Ed indi poi noi li facciamo un brínneso
alla per noi difunda donna amata:
Vino vinello,
se per la donna il másculo è un trastullo
io ho stato l’Allirchino e il Purginello.
Mo rido e abballo,
e mme ne frocolejo della mia bella,
ché a queste scemitá nci ho fatto il callo.

Col calicio levato,
mme conto tutt’ ‘e llacreme chiagnute
per te, dorge ed indegno oggetto amato,
ca t’hê pigliato giuventù e salute.

Vevite amice: chisto è vino ‘e Proceta,
n’atu bicchiere e nce ne simmo jute.
Vino sincero,
ho detto al cuoro, al povero mio cuoro,
chiagne pe’ cunto tujo, ca i’ mo stó’ allèro.
Perché, a chest’ora,
mentre tu faje ll’Otello e ti disperi,
forse la signorina è già signora.

Mo ca stó’ frasturnato,
nun mme lassate sulo ‘mmiez’â via.
V’aggio fatto spassá, mi ho dispendiato.
Mo purtateme â casa ‘e mamma mia.

E alla mia vecchia, vuje ll’avit’ ‘a dicere:
“Questa crapa è tuo figlio”. E accussí sia.
Vinello puro,
mentre gli sposi stanno cuoro a cuoro,
che scherzo appresentarse dint’ ‘o scuro.
Alla signora
io lle direbbe: “Nun avé appaura,
io sono un morto che cammina ancora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu