(Verde-Modugno) • 1957
Resta cu’ mme ha una storia che merita di essere raccontata. Tutto ha inizio nel 1957 a Milano dove Dino Verde si trovava perché davano una sua rivista. Una sera ricevette in camerino uno spartito musicale appena scritto da Domenico Modugno. Il grande Mimmo lo pregava di completarlo al più presto con un testo in italiano.

Il paroliere scrisse di getto dei versi autobiografici in napoletano: raccontavano di una sua tormentata relazione. Alla fine dello spettacolo raggiunse Modugno al Capriccio e insieme consegnarono musica e parole a Marino Marini, attrazione del locale. Dopo una prova sommaria Marini presentò al pubblico la nuova canzone e alla fine venne sommerso dagli applausi, tanto che dovette concedere ben dieci bis. Era nata Resta cu’ mme, destinata a un enorme successo.

Il testo è una poetica implorazione d’amore alla fine di una storia, l’accompagnamento musicale è un’elegante melodia a tempo di beguine. Dopo un inizio sussurrato che sa di dolore sommesso, nel refrain esplode un drammatico grido di disperazione. Resta cu’ mme fu incisa da Modugno, si piazzò ai primi posti in hit parade, diventando un classico. Venne riportata in classifica da Marcella nel 1976. L’interpretazione più intensa e intelligente resta quella di Ornella Vanoni. Si ricorda anche la bella versione di Roberto Murolo. Viene periodicamente reinterpretata e adattata a nuovi stilemi musicali, molto probabilmente per il fatto che fu concepita come un ballabile.

TESTO DI RESTA CU’ MME

Ammore, Ammore, Ammore,
dimme tu, che ll’aggi’ ‘a dì,
dimme tu, comm’aggi’ ‘a fà,
stasera,
dimane,
p’ ‘a fà restà?

Resta cu’mmé
pe’ carità.
Statte cu’mmé,
nun mme lassà.
Famme penà,
famme ‘mpazzì,
famme dannà,
ma dimme sì.

Moro pe’ te,
vivo pe’ te.

Vita d’ ‘a vita mia,
nun mme ‘mporta d’ ‘o ppassato,
nun mme ‘mporta ‘e chi t’ha avuto.

Resta cu’mmé,
cu’mmé.

Radio Napoli

Radio Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu