(Russo – Di Capua) • 1899

Maria Marì è la classica serenata d’amore in cui l’innamorato invoca alla fine­stra la donna amata che, alla fine, si affaccia.

Di natura melodrammatica, la melodia intensa e luminosa ri­sulta addirittura travolgente nel suo andamento denso di colori.

Pare che un giorno Vincenzo Russo avvicinò Ernesto Murolo chiamandolo «maestro». Murolo lo prese in di­sparte e gli disse: «Chi ha scritto versi come “Arapete fenesta / famm’affaccià a Maria”, non deve chiammà maestro a nisciuno».

Da Enrico Caruso a Ray Gelato passando per Dean Martin, Maria Marì è entrata nel repertorio di moltissimi cantanti vantando numerose traduzioni.
Da segnalare un’incisione che vede Claudio Villa duettare con Louis Armstrong.

TESTO DI MARIA MARÌ

Arápete fenesta.
Famme affacciá a Maria,
ca stóngo ‘mmiez’â via
speruto d’ ‘a vedé.

Nun trovo n’ora ‘e pace.
‘A notte ‘a faccio juorno,
sempe pe’ stá ccá attuorno,
speranno ‘e ce parlá.

Oje Marí’, oje Marí’,
quanta suonno ca perdo pe’tté.
Famme addurmí
abbracciato nu poco cu’tté.
Oje Marí’, oje Marí’.
Quanta suonno ca perdo pe’tté.
Famme addurmí,
oje Marí’, oje Marí’.

‘Mmiez’a stu ciardeniello,
ce ride ‘a malvarosa.
Nu lietto ‘e fronne ‘e rosa
aggio fatto pe’ te.

Viene che ‘a notte è doce,
‘o cielo ch’è nu manto.
Tu duorme e io te canto
‘a nonna a fianco a te.

Oje Marí’, oje Marí’,
quanta suonno ca perdo pe’tté.
Famme addurmí
abbracciato nu poco cu’tté.
Oje Marí’, oje Marí’.
Quanta suonno ca perdo pe’tté.
Famme addurmí,
oje Marí’, oje Marí’.

Pare che giá s’arape
na sénga ‘e fenestella.
Maria cu ‘a manella,
nu segno a me mme fa.

Sòna chitarra mia,
Maria s’è scetata.
Na scicca serenata,
facímmole sentí.

Oje Marí’, oje Marí’,
quanta suonno ca perdo pe’tté.
Famme addurmí
abbracciato nu poco cu’tté.
Oje Marí’, oje Marí’.
Quanta suonno ca perdo pe’tté.
Famme addurmí,
oje Marí’, oje Marí’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu