(De Crescenzo – Rendine) • 1957

Malinconico autunno è una canzone che probabilmente meriterebbe un’attenzione superiore a quella ottenuta. A penalizzarla sono state, soprattutto, certe valutazioni critiche che l’hanno considerata troppo languida e sdolcinata.

Il tema è quello dell’attesa struggente di un innamorato deluso che identifica la propria malinconia con l’autunno. La melodia ha un’impostazione classicheggiante.

Vinse il Festival di Napoli 1957 nell’interpretazione di Marisa Del Frate raggiungendo, poi, anche il primo posto della hit parade. Tra le interpretazioni più recenti, sono da segnalare quella di Eddy Napoli e quella di Peppe Servillo con i Solis String Quartet. Apprezzabili anche le versioni di Aurelio Fierro, Fausto Cigliano e Irene Fargo.

TESTO DI MALINCONICO AUTUNNO

Erano verde,
erano verde ‘e ffronne.
E mo, só’ comm’ ‘e suonne perdute,
e mo, sóngo ricorde ‘ngiallute.
Dint’a chest’aria ‘e lacreme
‘e stó’ guardanno.
Cu ‘o viento se ne vanno
pe’ nun turná maje cchiù.

Malinconico autunno,
staje facenno cadé
tutt’ ‘e ffronne d’ ‘o munno
sulamente pe’ me.
Chi mm’ha lassato pe’ nun turná,
chisà a che penza, chisà che fa.
Ammore mio,
nun só’ stat’io,
si’ stata tu.
Pecché? Pecché?
Malinconico autunno,
staje chiagnenno cu me.
Tutt’ ‘e ffronne d’ ‘o munno
staje facenno cadé.

Dint’a ‘sta villa,
ll’aspetto fin’â sera,
vicino a ‘sta ringhiera, penzanno
a ‘e ccose ca diceva giuranno.
Mme pare ancora ‘e sèntere:
“Si’ ‘a vita mia.
‘Sta vita che sarría
s’io nun tenesse a te?”

Malinconico autunno,
staje facenno cadé
tutt’ ‘e ffronne d’ ‘o munno
sulamente pe’ me.
Chi mm’ha lassato pe’ nun turná,
chisà a che penza, chisà che fa.
Ammore mio,
nun só’ stat’io,
si’ stata tu.
Pecché? Pecché?
Malinconico autunno,
staje chiagnenno cu me.
Tutt’ ‘e ffronne d’ ‘o munno
staje facenno cadé.

Chi mm’ha lassato pe’ nun turná,
chisà a che penza, chisà che fa.
Ammore mio,
nun só’ stat’io,
si’ stata tu.
Pecché? Pecché?

Malinconico autunno,
a chest’ora addó’ sta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu